Senza categoria

Siamo o no fatti dall’80 per cento di acqua ?

Finalmente oggi è arrivata la mia bottiglietta d’acqua con scritto amore in diverse lingue,  mezzo litro d’acqua da portare sempre con me, perché di acqua ne va bevuta tanto ma soprattutto va “informata”.

Qualche anno fa nel mio turbinio solito di acquisti libreschi mi capita tra le mani il DVD di Masaru Emoto dove spiega con la sua calma e attenzione che l’acqua che ci circonda ha una “coscienza” e che viene influenzata dalle vibrazioni energetiche che vogliamo dargli .

I Giapponesi sono molto precisi e pignoli e Masaru fa esperimento con l’acqua , riesce a fotografare i cristalli della stessa, e dimostra che i cristalli dell’acqua modificano la propria struttura in relazione ai messaggi che ricevono.
 L’acqua sottoposta alle vibrazioni di parole e pensieri positivi forma dei cristalli bellissimi simili a quelli della neve, l’acqua sottoposta alle vibrazioni di parole e pensieri negativi reagisce creando strutture amorfe e prive di armonia.
Dunque fonda un associazione per la divulgazione di tutto questo e giù seminari e incontri soprattutto con i bambini oltre che con gli adulti.

Ecco l’acqua va informata, dicevamo ,ecco perché ho comprato questa bottiglietta , mi piace l’idea di bere puro amore, ma avrei potuto  tranquillamente scrivere su una bottiglia o un bicchiere le parole amore ,pace o bellezza , solo che la mia bambina interiore fa i capricci e qualche volta la devo soddisfare !

A questo punto una riflessione, ma non siamo noi fatti dall’ottanta per cento di acqua ?
Certo questa è scienza.
Dunque la vogliamo finire di lamentarci di essere spesso arrabbiati o tristi ? Di usare un linguaggio negativo, di dire troppe parolacce e critiche ?
Perché poi si sa l’acqua viene informata malamente e il nostro corpo inizia ad avere acciacchi ,rughe e malesseri .

Che poi chiaramente siete liberi di non crederci .. però io nel dubbio , e visto che non costa niente,  proverei a vivere un po’ più nell’amore che nella rabbia e tristezza.
Sempre per lo stesso motivo dobbiamo stare molto attenti a cosa pensiamo ,diciamo  e persino cosa andiamo a  tatuarci sulla pelle, perché quelle parole o simboli, influenzeranno per sempre il nostro corpo.
Sia chiaro, parla una che di tatuaggi ne ha ben più di uno , solo che ha capito che l’attenzione al nostro corpo va rivolta in tanti modi e questo è uno di essi.

I fiori di Bach per esempio sono rimedi vibrazionali e delle sperimentazioni hanno provato che fanno effetto anche scritti sulla pelle, chiaramente la miscela presa per bocca è più comoda e più normale diciamo, ma se capita un urgenza possiamo scriverci comunque il rescue remedy su un braccio, oppure su una striscia di scotch carta e attaccarlo dove serve.

 Insomma siete liberi di non credere ma potreste comunque sperimentare , io credo che sperimentare da soli e testarne l’efficacia o meno sia fondamentale per farvi un idea  ,io l’ho fatto ed ho tratto le mie conclusioni.

Manu Galliè

seguimi su fb Lamanifestatrice

I contenuti presenti sul blog “Lamanifestatrice” dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso. 
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. 
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright ©2018 Lamanifestatrice by Manuela Galliè . All rights reserved 

1 pensiero su “Siamo o no fatti dall’80 per cento di acqua ?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.